L’ultimo libro edito Talos Edizioni di Ferdinando Capicotto, giornalista redattore di DB Radio e scrittore, è ora disponibile. Con “Atto finale”, si completa la trilogia dei volumi “The Chosen One”, iniziata nel 2015 con “La Profezia” e portata avanti nel 2019 con l’uscita de “Il Cristallo della Forza”.

Capicotto si è ispirato molto a programmi che hanno fatto parte del suo passato per scrivere questi libri, quali la serie televisiva Smallville oppure Dragon Ball. Personaggi dell’universo DC come Superman, Batman o Flash, alternati a quelli della Marvel come Captain America o Ironman insieme a Goku hanno avuto grande rilevanza nella trattazione dei protagonisti della trilogia dell’autore.

L’opera del giovane catanzarese si apre con una prefazione della giornalista Rosita Mercatante e si conclude con la postfazione del direttore di DB Radio, Matteo Pirritano. Al centro l’avventura finale del protagonista della trilogia, Massimo Del Bianco conosciuto in tutto l’Universo del libro con il nome di Max, l’Overman. Di origini terrestri, non è più il ragazzo timido e senza fiducia in sé stesso dell’inizio della trilogia, ma ha superato i suoi limiti acquisendo vari poteri soprannaturali, oltre che l’energia del cristallo della forza del secondo libro.

Ferdinando Capicotto: l’uso della fantasia per trattare argomenti sempre attuali

Non solo successi, però, per il giovane protagonista di “The Chosen One”. Nel suo percorso tante sconfitte e persone care che si sono sacrificate per lui e, infatti, all’inizio del racconto di questo ‘Atto finale’, Max dovrà fare i conti con la morte della sua amata che ha concluso il precedente volume, attanagliato dai sensi di colpa. L’Overman dovrà percorrere un viaggio interiore per uscire dal torpore e decidere se prendere parte o meno alla guerra finale che deciderà il destino dell’Universo tra le forze del bene e quelle del male.

Ferdinando Capicotto ricorre molto alla fantasia in questi tre libri e riesce a sviluppare vari argomenti che riguardano ciascuno di noi mettendo in risalto valori quali la famiglia, l’amicizia e l’amore. Max, infatti, ha due genitori ed un fratellino che lo supportano, ma è anche grazie al gruppo dei pari che riesce a compiere le scelte decisive per il suo futuro. In una realtà ambientata sulla Terra, dopo due libri in cui il giovane ha visitato vari pianeti, l’Overman deve pure fare i conti con nuovi amori senza non poche difficoltà dopo le passate sofferenze. Eventi del passato che sembrano ripetersi lo mettono a dura prova.

Interazioni dal vivo tra i protagonisti

Un tema presente in tutti i volumi di Capicotto, nell’era dei social, è proprio l’assenza del virtuale. Le interazioni fra i vari protagonisti avvengono, per la maggior parte, dal vivo perché è intenzione dell’autore quella di mettere in evidenza come uno sguardo, un abbraccio, una carezza o un bacio dal vivo valgono molto di più di un like ad un post o di una visualizzazione ad una storia su Instagram.

Non solo per adolescenti, attraverso il romanzo fantasy, l’autore vuole lanciare il chiaro messaggio di lavorare su sé stessi sempre, non smettendo mai di migliorare. In un momento complicato come quello della pandemia da Coronavirus, Max vuole essere un piccolo simbolo di speranza: una delle convinzioni del protagonista è infatti che ognuno di noi è artefice del proprio destino attraverso le scelte che compie.