Torna a parlare il presidente del Catanzaro, Floriano Noto, e lo fa all’interno della trasmissione di TMW Radio condotta da Francesco Tringali in compagnia di Gianluca Viscogliosi e del direttore di DB Radio Matteo Pirritano.

Il numero uno giallorosso, dopo giorni di lavoro molto intenso per consentire la ripartenza della Serie C, dice:“È stata una settimana molto movimentata, ma positiva perché alla fine si è deciso di ritornare a giocare. Dal punto di vista organizzativo c’è stato tanto fermento per cercare di ricostruire anche dal punto di vista economico il campionato”.

Alla domanda del direttore Matteo Pirritano sulla sua personale soddisfazione per il prosieguo del campionato il presidente risponde così:

Noi speravamo si potesse tornare a giocare anche prima. Fino a ieri si discuteva la possibilità di concludere il campionato con calendario regolare ma le finestre temporali a disposizione per campionato e Coppa Italia non sono sufficienti per farlo e quindi si è deciso di concludere con i playoff e playout. Andremo a giocare i playoff con la consapevolezza di aver investito tanto nel mercato invernale e per questo vogliamo provare a vincere gli spareggi promozione”.

Sul format attuale della Serie C:

“Da sempre dico che la Serie C in questo formato non è sostenibile, a maggior ragione lo sarà dopo questa crisi legata al virus. Occorrevano delle riforme già da qualche anno, ma ora più che mai bisognerebbe cambiare la struttura dei campionati. Il costo del lavoro è elevatissimo e per alcune società diventa piano piano sempre più insostenibile”.

Continua poi:

“La competenza è della federazione e spetta a loro decidere, ma penso che il presidente Gravina voglia cambiare le cose nella stagione 2021-2022. Io e altri presidenti chiediamo un’accelerazione per cambiare il prima possibile e spero che Gravina e il consiglio federale possano accogliere questo appello”.

L’ingegnere Noto ripercorre i momenti salienti della sua gestione:

“Il primo anno, con la squadra presa a luglio, siamo arrivati da inesperti del mondo del calcio ed è stata più che altro un’esperienza giuridico-amministrativa nel mondo del calcio. La scorsa annata abbiamo fatto un ottimo campionato sciupando diverse possibilità di agguantare il primo posto, come a Castellamare di Stabia. Siamo stati sfortunati nei playoff ma sono contento di aver reso felice il nostro pubblico. Quest’anno siamo partiti con qualche difficoltà, ma questo è anche il bello del calcio ovvero la sua imprevedibilità. È una stagione anomala questa ma ora c’è la voglia di fare bene nei playoff”.

 

Samuele Cardamone

 

CLICCA QUI E ASCOLTA IL PODCAST DI TMW RADIO CON L’INTERVENTO DI FLORIANO NOTO